media relations 

da Il Sole 24 Ore del 14/4/2013

Le città diventano sempre più digitali. E sull'onda della cabine telefoniche touch screen che campeggiano da qualche mese sui marciapiedi di Manhattan, qualcosa di simile arriva anche in Italia. A Ravenna, per la precisione. È proprio la città romagnola, infatti, a tagliare il nastro del primo progetto di città digitale in Italia (la prossima sarà Cagliari).

Le cabine telefoniche, in questo caso, non c'entrano. Il mega touch screen è stato installato, grazie a un progetto finanziato dal Comune*, su sette vetrine del centro storico, stravolgendo il solito design di alcuni esercizi commerciali. Vetrate digitali che, posandoci il dito sopra, diventano come dei grandi iPad. E l'interattività è garantita. L'utente può ricercare e trovare informazioni sia istituzionali che commerciali in qualsiasi momento della giornata. E non è finita qui. Basta un semplice tocco, infatti, per accedere a Internet e leggere le news locali e nazionali, oppure consultare gli orari di apertura degli uffici comunali e tracciare il percorso per arrivarci. Oppure, ancora, prenotare un ristorante o un hotel.

Le vetrine touch screen sono state installate il 29 marzo scorso, e i dati forniti dopo la prima settimana di utilizzo sono confortanti: circa 500 accessi al giorno, di cui il 7% in lingua straniera (il servizio è garantito in sei lingue: italiano, spagnolo, inglese, francese, tedesco e russo). C'è da sottolineare che, anche in questo caso (come per le cabine telefoniche di New York), il software installato funziona con delle applicazioni, e non prevede l'installazione di un browser Internet per la navigazione libera in Rete. Le problematiche relative alla fornitura del servizio, in questo senso, sarebbero notevoli.

di Biagio Simonetta


 

*Segnaliamo una piccola rettifica:
il progetto è totalmente privato e la collaborazione con il Comune di Ravenna è sui testi e su alcuni contenuti ma non sotto l'aspetto finanziario. 
Città Digitale srl

 

 

Share